Sunday, 23 February 2014

un viaggio incredibile

22 febbraio: dopo il lungo viaggio in treno di ieri risvegliarci nella tranquillita' del nostro piccolo hotel (Bloomrooms) sembra quasi un miraggio. Lo consiglio a chiunque si trovi a passare per Delhi.


L'hotel e' situato nei pressi della stazione principale di New Delhi quindi non appena varcata la soglia ci immergiamo nel traffico caotico ed assordante di questa incredibile citta'.
Partiamo in macchina verso le 9 diretti ad Agra, la citta' dove si trova il famosissimo Taj Mahal. Il viaggio e' lungo ma estremamente affascinante. Attraversiamo lo stato dell'Uttar Pradesh: il paesaggio e' molto diverso da quello del Punjab a cui ci siamo abituati nelle ultime due settimane. I villaggi che si susseguono lungo la strada sono poverissimi: davanti alle case colorate gruppi di bambini che giocano, anziani che passano la loro giornata osservando i passanti, mucche svogliate sdraiate sul ciglio della strada, piccole offcine meccaniche a fianco di baracchini che vendono di tutto.
In alcuni tratti la strada si insinua tra le bancarelle del mercato: rimaniamo letteralmente esterefatti dal brusio dei negozianti che cercano di procacciarsi nuovi clienti, dal rumore assordante e incessante dei clacson, dalla quantita' di veicoli che riempiono in contemporanea la carreggiata in tutte le direzioni: moto, riscio', auto rickshaw, auto, bus, trattori,  biciclette, camion, carri trainati da buoi, cavalli... non sappiamo piu' da che partere guardare! non solo...incontriamo mucche, capre, cammelli, maiali, scimmie...tutto nel giro di pochi chilometri! 
Frastornati e quasi ubriachi di immagini e colori arriviamo a Fatehpur Sikri, città moghul circondata da mura e porte di accesso decisamente imponenti caratterizzata da uno stile architettonico misto tra indu e islamico (all'interno c'è infatti anche una moschea a testimonianza della apertura verso tutte le religioni).







Dopo le 5 ore e mezza di viaggio siamo esausti e decidiamo di cenare presto nei dintorni dell'albergo. All'uscita dal ristorante ci imbattiamo in una "parata" di un matrimonio: nessuna descrizione renderebbe giustizia a questo pazzesco spettacolo. Lo sposo procede su un cavallo ricoperto da paramenti dorati preceduto da una vera e propria banda e dalla folla festante e danzante degli invitati. 


video

Senza nemmeno che ce ne accorgiamo ci ritroviamo nel bel mezzo del corteo e subito dopo alla festa... circa un migliaio di invitati! 



ovviamente diamo un po' nell'occhio tutti, incluso il padre della sposa, si fanno in quattro per spiegarci cosa succede, darci da mangiare e fare una foto ricordo con noi! 


Con estrema fatica e lunghe trattative riusciamo a defilarci prima che la cerimonia abbia inizio... domani all'alba andiamo al Taj Mahal!

No comments:

Post a Comment